Ortopanoramica e Tac arcate dentarie (dental scan, cone beam)

Rx e Tac

Uno dei primi passaggi di un trattamento d’impianto dentale, è l’analisi della situazione generale della bocca del paziente. Mancanza di osso o problemi alle gengive infatti potrebbero compromettere poi i risultati dell’operazione, ecco quindi che diventa una fase fondamentale la fase di esplorazione dell’arcata dentaria tramite strumentazioni specifiche. 
Diventa necessario quindi fare una TAC prima di ogni impianto dentale!

RX

L’ortopanoramica o RX è un esame diagnostico ad uso prevalentemente odontoiatrico. È un esame di primo livello nello studio dei denti, delle ossa alveolari e delle strutture circostanti; ma può essere impiegato anche per lo studio delle patologie chirurgiche, otorinolaringoiatriche, maxillo- facciali e oncologiche. È indispensabile per la valutazione della dentizione dei bambini, ma anche per la diagnosi di malformazioni, cisti, lesioni ossee ed infiammazioni. È quasi sempre seguito su prescrizione del dentista che, in base alla situazione del paziente, potrà disporre poi un ulteriore indagine diagnostica di secondo livello.

Tac (dentalscan)

La TAC denti è lo studio TAC di una o di tutte e due le arcate dentarie (superiore e inferiore).

Il Dentalscan (o TC dentale) è un software di ricostruzione dedicato allo studio delle arcate dentarie applicato ad un’acquisizione dei mascellari con TC.

La TAC delle arcate dentarie viene eseguita per valutare lo spessore e lo stato dell’osso utile a pianificare interventi di implantologia e chirurgia orale. 

La qualità delle immagini, rispetto alla classica ortopanoramica, consente lo studio nei tre piani dello spazio e successivamente le ricostruzioni in tre dimensioni (3D), permettendo, quindi, una maggiore definizione anatomica, più dettaglio nelle patologie dentarie infiammatorie e più dettaglio nello studio delle anomalie dentarie.

TC CONE BEAM: che cos’è?

La TC Cone Beam è un’innovativa apparecchiatura dedicata allo studio delle strutture odonto-maxillo-facciali che consente di eseguire studi sia settoriali, limitati ad un piccolo gruppo di denti, sia maggiormente estesi, con valutazione di una o entrambe le arcate dentarie o di tutto il massiccio facciale.

L’apparecchiatura utilizzata dal Gruppo CDC è Planmeca Promax 3D MID, consente di ottenere immagini di ottima qualità, con somministrazione di radiazioni minime al Paziente. L’utilizzo della tecnica Cone Beam – dato che limita molto l’esposizione alle radiazioni e richiede un tempo assai ridotto per l’esecuzione, unitamente al fatto di avere una struttura “aperta”, è particolarmente indicato per pazienti in età pediatrica, ansiosi e/o claustrofobici, utilizzabile anche da pazienti con difficoltà motorie.